Chi deve fare il test

Dovranno fare il test di valutazione delle conoscenze iniziali TUTTI coloro che NON soddisferanno almeno una di queste condizioni necessarie:

1) Diploma italiano di istruzione secondaria di secondo grado conseguito con votazione uguale o superiore a 85/100 o 51/60;

2) Possesso dell’attestato di frequenza relativo a una precedente edizione del corso di “Introduzione al diritto”, organizzato dal Dipartimento per gli studenti delle scuole superiori; 
3) Partecipazione, con almeno il 75% delle frequenze,  al “corso zero” organizzato dal Dipartimento nel mese di settembre dell’anno solare di immatricolazione;
4) Studenti rientranti nei progetti di doppio titolo con le università di Granada e Strasburgo e provenienti da tali atenei.

Relativamente agli studenti che per l’anno accademico 2018/2019 effettuino trasferimento da altra Università, passaggio da altro corso di laurea o immatricolazione con richiesta di abbreviazione di corso, il test di verifica della preparazione iniziale è da intendersi obbligatorio per coloro che provengono da corsi di laurea non afferenti alla classe 31, alla classe 2, alla classe LMG/01 e alla classe L-14 indipendentemente dal numero di esami sostenuti qualora in precedenza non abbiano superato esami vertenti su almeno una delle aree tematiche che costituiscono oggetto del test di verifica o almeno un esame di settore scientifico-disciplinare giuridico (IUS). Il test di verifica è da intendersi obbligatorio anche per gli studenti provenienti da corsi di laurea afferenti alle suddette classi, qualora non abbiano sostenuto alcun esame. In tutti questi casi il test di verifica sarà effettuato solo dopo la delibera di ammissione e il perfezionamento dell’iscrizione da parte degli studenti interessati. Tali studenti parteciperanno al primo test di verifica utile organizzato dal Dipartimento.

Ulteriori informazioni: http://www.giuri.unife.it/it/stude/immatricolazioni-e-carriera/allegati-futuri-studenti/test-di-verifica-delle-conoscenze-iniziali